Divieto Russia VPN: cosa devi sapere

Divieto Russia VPN - SaferVPN


Il 1 ° novembre entrerà in vigore il divieto della Russia VPN. Qualsiasi VPN che non rispetta le attuali restrizioni di Internet sarà bandita. I motori di ricerca sono inoltre soggetti a sanzioni anche per la visualizzazione di risultati su siti riservati.

Imporre restrizioni Web su VPN va contro ciò che molte VPN mirano a fornire: accesso illimitato a Internet, navigazione anonima e capacità di superare le restrizioni geografiche come quelle in atto in Russia.

Ma qual è il divieto della Russia VPN? Cosa significa? Ecco esattamente cosa puoi aspettarti da queste nuove restrizioni.

Cos’è il divieto VPN Russia?

Vari governi in tutto il mondo hanno limitato l’accesso a Internet mentre monitoravano illegalmente i propri cittadini. Mentre sia la Cina che la Russia stanno spingendo ulteriori regolamenti di censura e bloccando i servizi di rete privata virtuale (che cos’è una VPN?), Oltre un miliardo di persone sta perdendo la capacità di eludere le leggi sulla censura e accedere al web aperto, ma non hanno un’opzione per nascondere il loro indirizzo IP.

Tuttavia, il divieto non si applica a tutti VPN, solo quelle che non rispettano le restrizioni di censura della Russia. 

La Russia rompe le VPN mentre aumenta la censura di Internet e soffre la libertà di espressione. Clicca per Tweet

La nuova legge: cosa significa?

Il nuovo disegno di legge approvato da Putin e dal parlamento russo è molto più di un semplice “divieto” delle VPN. Invece, l’emendamento intende rafforzare i servizi VPN nel rispetto delle leggi sulla censura della Russia. Ciò significa che qualsiasi sito Web attualmente inserito nella lista nera di Roskomnadzor, il cane da guardia della comunicazione della Russia, non sarà accessibile neanche tramite VPN approvate.

Attualmente, gli ISP e le telecomunicazioni in Russia hanno già aggiunto questi siti Web nella lista nera forniti dal registro unificato delle informazioni vietate ai loro firewall. Questa “lista nera” contiene già oltre 100 domini VPN e proxy, secondo Vedomosti.

Come sarà implementata la nuova legge?

Il Servizio di sicurezza federale (FSB) applicherà le norme di conformità per garantire che le identità complete di VPN e i proprietari di anonimi siano a conoscenza delle liste nere di censura della Russia. Le VPN dovranno registrare i loro servizi con Roskomnadzor entro 30 giorni. Coloro che non lo faranno verranno bloccati entro 24 ore. L’accesso sarà concesso alle VPN solo dopo la conformità. I servizi Internet sono inoltre tenuti a bloccare l’accesso ai siti nella lista nera entro tre giorni.

Mentre più paesi saltano su questo carro della censura di Internet, potremmo guardare a un Internet completamente nuovo e limitato in un tempo ancora più breve di quanto ci aspettassimo.

Perché vietare le VPN?

Mentre la lista nera funziona per smantellare la capacità degli utenti di accedere a siti Web bloccati da casa, le VPN possono aggirare la censura cambiando gli indirizzi IP dell’utente e crittografando il loro traffico, consentendo loro di accedere a siti Web con restrizioni. Per questo motivo, il governo russo ha lottato per far aderire gli utenti alle loro leggi sulla censura di Internet. Di conseguenza, la Russia vuole vietare e bloccare i domini VPN in modo che gli utenti non possano più cercarli.

Gli unici domini VPN che rimarranno disponibili saranno quelli che accetteranno di filtrare i risultati per gli utenti, mantenendo in atto la censura della Russia. In SaferVPN, il nostro motto è che Internet è una ricchezza di conoscenza e una rete globale che non appartiene a nessuno, a beneficio tutti. Puoi aspettarti che non siamo conformi.

Quindi perché le VPN non accetterebbero i Termini?

Se i provider VPN accetteranno le nuove normative della Russia, saranno costretti a memorizzare intere comunicazioni, non solo i metadati, e dovrebbero fornire alla Russia backdoor di crittografia. Ciò mina la sicurezza della VPN, elimina la credibilità della VPN e rende inutile l’intero servizio. Perfino LinkedIn è stato bloccato per essersi rifiutato di fornire alla Russia le informazioni private degli utenti detenute su server russi.

Sfortunatamente, ci si aspetta che molte VPN rispettino probabilmente le restrizioni di censura del governo russo. In effetti, Vedomosti ha riferito che molte VPN con sede in Russia hanno già iniziato a censurare lo stesso contenuto degli ISP.

Una situazione crescente

Non stiamo solo parlando di un divieto VPN Russia qui. La Russia ha anche approvato un emendamento che richiede alle app di messaggistica di identificare gli utenti con le loro identità reali. Ciò include le chat di crittografia end-to-end a partire dal 1 ° gennaio 2018. Il punto? Il governo russo sarà quindi in grado di correlare i metadati raccolti con l’utente specifico.

Sorpreso? Non proprio. Una legge approvata nel 2015 ha stabilito che ai cittadini russi non è più consentito archiviare dati personali su server al di fuori del paese. Sono state inoltre introdotte ulteriori normative su blogger e società tecnologiche straniere. Questo era solo l’inizio. Nel 2016, la legge Yarovaya impone agli ISP di conservare i metadati su tutti i clienti per un periodo non inferiore a sei mesi, consentendo al governo russo di creare profili dettagliati dei cittadini.

Critica al divieto VPN della Russia

La tendenza all’aumento della censura e agli attacchi alla libertà di espressione in Russia è chiara. Il divieto della Russia VPN è un passo avanti verso la sorveglianza globale di Internet.

“Con le autorità russe sempre più intolleranti al dissenso, le tecnologie che aiutano gli utenti di Internet a sottrarsi alla censura e proteggere la loro privacy sono cruciali per la libertà di espressione online. Oggi le autorità si sono date uno strumento per vietare l’uso di VPN e altre tecnologie che aiutano le persone ad accedere liberamente alle informazioni online. “ – Denis Krivosheev, vicedirettore per l’Europa e l’Asia centrale ad Amnesty International. 

Edward Snowden, informatore della NSA, ha anche chiarito le sue opinioni sulla situazione:

Indipendentemente dal fatto che siano stati attuati dalla Cina, dalla Russia o da chiunque altro, dobbiamo essere chiari sul fatto che ciò non è ragionevole "regolamento," ma una violazione dei diritti umani. https://t.co/9iFLNk53M3

– Edward Snowden (@Snowden) 31 luglio 2017

Vietare il "non autorizzato" l’uso di strumenti di sicurezza di base su Internet rende la Russia meno sicura e meno libera. Questa è una tragedia della politica.

– Edward Snowden (@Snowden) 31 luglio 2017

Il divieto della Russia VPN influisce su SaferVPN?

Finora, i russi sono ancora in grado di registrarsi per i nostri servizi e accedere alla nostra rete. Se il governo russo decide di sequestrare i nostri server o richiedere metadati personali raccolti sugli utenti, non saremo in grado di conformarci perché non raccogliamo né archiviamo mai alcun dato privato dei nostri utenti. Non puoi raccogliere ciò che semplicemente non esiste.

In SaferVPN crediamo che la libertà di Internet significhi un accesso completo e senza restrizioni per tutti. Questo significa non rispetteremo la censura russa o attuare le norme stabilite dal registro unificato delle informazioni vietate. Dobbiamo rimanere forti e combattere questo abuso dei diritti umani fondamentali.

Sblocca il Web

Il nostro motto è che Internet senza censure dovrebbe essere disponibile per tutti. In alcuni dei paesi più repressivi del mondo, l’accesso bloccato a siti Web specifici è un evento comune. La libertà di Internet non è facile. Gli sforzi di attivismo politico e sociale sono schiacciati dalla censura del governo rivolta a siti come Facebook, YouTube, Twitter e altri.

Insieme a Movements (una piattaforma di Advancing Human Rights) abbiamo lanciato Sblocca il Web, una campagna per promuovere la libertà di Internet e aiutare i cittadini censurati a ottenere i mezzi per esprimersi liberamente online. Per prendere parte alla campagna e regalare ore gratuite di privacy online e anonimato alle persone in regimi altamente censurati, tutto ciò che devi fare è visit Unblock The Web per conoscere i nostri sforzi e donare alla causa!

Ottieni SaferVPN

In SaferVPN, rimaniamo impegnati nella tua privacy online. Non raccogliamo alcun registro, quindi possiamo assicurarti che non condivideremo nessuna delle tue informazioni con il governo russo.

Se non hai ancora SaferVPN, ottieni subito un abbonamento (offriamo a 30-giorni rimborso garantito, non hai nulla da perdere!) o prova SaferVPN gratuito così puoi goderti la tranquillità online.

Hai commenti, suggerimenti o richieste di funzionalità? Non esitate a contattarci, porre domande nei commenti e unisciti a noi sui social media! Ci piacerebbe avere tue notizie.

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map