Abrogazione della neutralità della rete FCC: ignorando la privacy digitale di milioni di utenti

Il Congresso abroga le norme sulla privacy di Internet FCC Privacy digitale


Dopo un lungo anno, la lotta per la privacy digitale potrebbe concludersi in modo deludente. Il voto finale sulla neutralità della rete FCC si svolgerà il 14 dicembre.

Gli Stati Uniti stanno affrontando un’estrema degenerazione nelle protezioni digitali della privacy. Come Ajit Pai, presidente della Federal Communications Commission (FCC), afferma di “Ripristinare la libertà di Internet”, il mondo ha protestato, marciato per le strade, diffuso la consapevolezza e fatto tutto il possibile per proteggere l’Open Internet. 

Una votazione sulla proposta si svolgerà il 14 dicembre. – un voto che dovrebbe cambiare Internet così come lo conosciamo.

Informazioni sulle regole sulla privacy

Nel 2014, dopo le perdite di Snowden, abbiamo assistito a una delle spinte di maggior successo per la privacy su Internet. Le proteste dei cittadini e le organizzazioni di base come Restore the Fourth hanno organizzato migliaia di utenti di Internet per opporsi al governo degli Stati Uniti e combattere per la sicurezza online, la privacy e la neutralità della rete. 

Perché sono presenti queste regole?

I provider di servizi Internet (ISP) detengono un potere illimitato sulle tue informazioni personali. Possono tenere traccia di ogni tua mossa online, conoscere ogni sito web che visiti, a che ora sei attivo su siti diversi, la tua posizione esatta e persino quale dispositivo stai utilizzando.

E ora, l’abrogazione della neutralità della rete FCC annullerà il potenziale dei tuoi ISP di archiviare e vendere tutte le tue informazioni agli inserzionisti (insieme a chiunque sia disposto a pagare un bel prezzo per questo).

La nuova norma riclassificherebbe la banda larga ad alta velocità come un “servizio di informazione” piuttosto che un “servizio di telecomunicazione”. Perché è importante? Alla FCC è vietato disciplinare i servizi di informazione. La riclassificazione offre loro il controllo totale.

In che modo la neutralità della rete mi protegge??

Le regole sulla neutralità della rete proteggono la tua privacy digitale imponendo agli ISP di:

  • Spiega ai clienti cosa raccolgono, come lo usano e come lo condividono
  • Richiede l’autorizzazione per utilizzare e condividere informazioni riservate come informazioni finanziarie e sanitarie, numeri di previdenza sociale, navigazione Web e cronologia delle applicazioni
  • Consentire ai clienti di annullare la raccolta delle informazioni con il minimo sforzo
  • Adottare misure ragionevoli per proteggere i dati dei clienti
  • Comunicare tempestivamente ai clienti le violazioni dei dati e, in caso di violazione più ampia, avvisare le forze dell’ordine

Naturalmente, ciò non è stato fatto senza importanti respingimenti. ISP a banda larga come AT&T, Verizon, T-Mobile e Sprint si sono opposti a queste restrizioni, in quanto hanno ostacolato la loro capacità di guadagnare con le informazioni personali degli utenti. Hanno fatto pressioni sul Congresso per abrogare quelle regole e hanno persino presentato una petizione alla FCC, contribuendo alla nostra situazione attuale.

La situazione attuale

La FCC ha pubblicato una proposta finale per porre fine alla neutralità della rete una volta per tutte. Cosa significa questo per gli utenti americani? Gli ISP saranno in grado di dettare le velocità di navigazione in base al pacchetto di dati, offrendo corsie veloci e lente. Possono bloccare l’accesso a determinati siti Web e dare la priorità al proprio contenuto. Ad esempio, possono limitare l’accesso ai siti della concorrenza o ad altri servizi di streaming che offrono contenuti che distraggono dai loro. 

Non stiamo dicendo questo per spaventarti. Questo è esattamente ciò che è delineato nella loro proposta, che puoi trovare qui.

Alcuni pezzi del loro recente “Foglio informativo” includono:

    • La loro incapacità di negare il fatto che l’abrogazione della neutralità della rete FCC comporterà “corsie veloci” e “corsie lente” su Internet. 
    • In che modo non limiteranno la capacità degli ISP di impedirti di visitare i siti Web che desideri visitare. La loro stessa confutazione è che gli ISP potrebbero non farlo perché il pubblico si arrabbierà. 
    • Non possono impedire agli ISP di addebitarti un sovrapprezzo per raggiungere determinati contenuti online. La FCC si sofferma su questo dicendo che non accadrà, anche se sono ben consapevoli che è possibile al 100% e assolutamente probabile.

Puoi leggere di più sulle preoccupanti implicazioni della proposta ampiamente non supportata della FCC, qui.

In SaferVPN, abbiamo fornito ulteriori analisi sul problema su VPNRanks.

Discreditare l’opinione pubblica

Mentre le persone hanno presentato una petizione per oltre un decennio per proteggere gli utenti di Internet da pratiche sleali, sembra che la FCC abbia trovato un modo per screditare l’opinione pubblica.

Identità fuorvianti

Mentre la FCC ha offerto una piattaforma per il pubblico per presentare i propri punti di vista, molti di questi contributi non hanno fatto il taglio. Spesso i commenti contenevano informazioni personali false o fuorvianti, il che significa che le persone non stavano rivelando le loro vere identità. 

Strano? Non la pensiamo davvero. Il modulo di presentazione FCC afferma chiaramente che tutte le informazioni inviate, compresi nomi e indirizzi, sarebbero disponibili al pubblico tramite il sito FCC. È facile immaginare che alcune persone potrebbero sentirsi a disagio usando i loro nomi reali legati ai loro indirizzi email visualizzati in modo chiaro con i loro commenti affinché il mondo intero possa vedere …

Frase simile

La stragrande maggioranza dei commenti aveva una frase esatta o simile, che i ricercatori stanno associando a messaggi di spam che non contribuiscono effettivamente all’opinione pubblica. Tuttavia, molti di questi commenti duplicati potrebbero facilmente essere il risultato di moduli di invio precompilati come quello sotto – il che non significa che questi commenti debbano essere ignorati.

I commenti che contavano ancora non contavano.

Un’importante informazione è il fatto che anche i commenti completamente unici e personalizzati sembrano ancora non avere alcun effetto. I commenti che si sono opposti all’abrogazione sono stati sbalorditivi di 1,5 milioni mentre solo 23.000 commenti hanno sostenuto lo smantellamento della neutralità della rete. 

Diciamolo di nuovo più chiaramente. Questo significa Il 98,5% dei commenti unici sulla neutralità della rete si oppone all’abrogazione della neutralità della rete da parte di Ajit Pai.

Il 98,5% dei commenti unici si oppone all’abrogazione di #netneutrality da parte della FCC. Clicca per Tweet

Cosa significa questo per la FCC?

Indipendentemente da questo chiaro favore per la neutralità della rete, la FCC ha dichiarato: “Ciò dimostra perché un procedimento legislativo non è un sondaggio di opinione pubblica e perché la FCC si concentra sulla qualità e non sulla quantità dei commenti”.

Ecco di più sul disastro della FCC:

Buono per gli affari? Probabilmente no.

Più di 200 aziende, tra cui Airbnb, Reddit e Twitter, hanno inviato una lettera alla FCC sostenendo che l’abrogazione della neutralità della rete avrebbe danneggiato l’economia statunitense. I regolamenti metterebbero le piccole e medie imprese in svantaggio e ostacolerebbero in modo significativo le startup dall’ottenere trazione.

Fornitori di servizi monopolistici come Comcast, AT&T e Verizon acquisiranno un potere enorme. Il risultato finale? Meno scelte, prezzi più alti e servizio stagnante.

Protezione tramite Tech Giants

Alcuni stanno sperando che una volta abrogate le regole di neutralità, aziende tecnologiche come Facebook, Google e Netflix regoleranno gli ISP per noi. Per quanto ottimista possa essere questo pensiero, si discosta dal problema principale. La neutralità della rete significa che tutti su Internet partecipano a condizioni di parità. Ciò significa che tutti, aziende affermate o nuove di zecca sul Web, hanno ugualmente probabilità di guadagnare traffico Internet e di avere la capacità di creare un sito, un prodotto o un’attività popolare.

Affidarsi ai giganti della tecnologia è esattamente l’opposto di ciò che è necessario che accada. È altamente improbabile che si preoccupino molto di incoraggiare la concorrenza. Ciò evidenzia ciò che è veramente in gioco con l’abrogazione della neutralità della rete FCC: migliaia di piccole imprese (anche piccoli ISP) non avranno più possibilità di combattere.

Nuovi rischi per la privacy introdotti senza neutralità della rete

Pai, l’ex avvocato di Verizon, ha persino sospeso una regola di sicurezza dei dati che richiederebbe agli ISP di adottare misure “ragionevoli” per proteggere le informazioni dei clienti dall’uso o dall’accesso non autorizzati, assicurandosi che i fornitori di servizi Internet non siano in colpa se i tuoi dati sono esposti.

Cancellazione della crittografia – Anche per gli hacker

Al momento, gli ISP spiano solo i bit di informazioni trasmesse che non sono crittografate (siti che iniziano solo con http, anziché https). Possono anche vedere solo la pagina del dominio in cui ti trovi, ma non la pagina esatta e i suoi dettagli. Per compensare questa mancanza di informazioni, i fornitori di servizi Internet hanno proposto “Proxy affidabili espliciti”, che consentirebbe loro di intercettare i dati dell’utente, rimuovere la crittografia, leggere i dati e quindi ricodificarli prima di inviarli nuovamente.

Sfortunatamente, questo processo di “ricodifica” non è altrettanto sicuro, aumentando i rischi di attacchi informatici e consentendo la possibilità di un attacco MiTM [Man-in-The-Middle]. Uno studio recente ha scoperto che il 54% delle connessioni intercettate che sono state decrittografate e quindi nuovamente crittografate hanno comportato una crittografia più debole e, quindi, la sicurezza.

Se gli ISP iniziano a utilizzare questi sistemi, non si può dire quale tipo di misure di sicurezza verranno prese, aprendo la possibilità di esporre qualsiasi cosa, dalle e-mail a informazioni personali sensibili agli hacker.

Software preinstallato o spyware sul telefono

Come potrebbe sembrare, è stato fatto, principalmente sui telefoni cellulari. Quando si acquista un telefono dal proprio fornitore di servizi, è stato riscontrato che molti hanno installato spyware, come Carrier IQ.

Ciò offre al tuo ISP la possibilità di vedere tutto ciò che fai sul tuo telefono, ovvero ogni sequenza di tasti, messaggi di testo, contenuti e tutti i tipi di altre informazioni molto sensibili che vengono trasmesse al tuo dispositivo. Ciò consente agli hacker di accedere alle tue informazioni personali senza nemmeno dover esercitare. pauroso!

Zombie Supercookies – Cookie di rilevamento non rilevabili nel tuo traffico HTTP

Nel 2014, Verizon Wireless ha inserito i supercookie in tutto il traffico dei suoi clienti mobili. Non c’era nemmeno un modo per loro di disattivare la funzione, il che significa che non c’era nulla che potessi fare per fermarla: non la modalità di navigazione in incognito, la modalità di navigazione privata o qualsiasi altra cosa. Ciò significa che tutti i siti Web e le terze parti incorporati nei siti Web visitati possono tracciarti.

Il nuovo rollback del regolamento riaprirà questo strumento invasivo e non rilevabile dagli ISP.

Apparentemente, è colpa di Twitter

Pai ha stupito il mondo con la sua dura posizione contro la protezione della privacy digitale – ma spostare la colpa su Twitter è stato comicamente inaspettato.

Pai ha insistito sul fatto che “Quando si tratta di una rete aperta, Twitter è parte del problema”, ha spiegato. “La società ha un punto di vista e utilizza tale punto di vista per discriminare”.

È una posizione interessante … La regolamentazione di Internet non è discriminatoria, ma in qualche modo la piattaforma aperta di Twitter è …

Proteggi la tua privacy digitale usando una VPN

Anche se non ci resta molto da fare ma vediamo cosa succede il 14 dicembre, c’è un passo che puoi fare in modo proattivo per proteggere la tua privacy digitale: utilizzare una VPN. Una rete privata virtuale (VPN) ti consente di modificare il tuo indirizzo IP e invia le tue informazioni attraverso un tunnel crittografato, permettendoti di navigare in modo anonimo e mascherare le tue attività online.

Se la FCC continua a ignorare l’interesse pubblico, il mondo si sta preparando a portare la questione in tribunale. La lotta per la neutralità della rete e la tua privacy digitale non è ancora finita.

AGIRE

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map